FEDERICO BONAZZOLI - 21/05/1997 - ITALIA

(di Marco Fanuli)


L’apertura del blog la dedico ad un elemento della Cantéra Inter di sicuro valore. Parlo di un ragazzo (forse è un po’ azzardato definirlo così in quanto ha ancora 16 anni) che secondo molti addetti ai lavori è destinato ad essere - tra qualche anno o forse addirittura tra qualche mese - protagonista nella massima serie: Federico Bonazzoli.

Mentre la prima squadra fatica ancora a trovare continuità e gli acquisti degni di indossare la casacca nerazzurra sono davvero pochi, il settore giovanile dell’Intera mio avviso, sta portando avanti da 4-5 anni circa, un progetto serio e di qualità che ben presto darà i suoi frutti. Ne sono convinto!
Il Bona (chiamato così dai suoi compagni di squadra) è uno di questi. Prelevato a soli 8 anni dagli osservatori dell’Inter, si presenta oggi forte fisicamente, rapido, tecnicamente molto dotato e fa del suo tiro mancino e del colpo di testa la sue armi migliori. C’è chi lo paragona già a Balotelli forse perché, come Mario, proviene dal bresciano, ma secondo me ha uno stile di gioco più vicino a Mattia Destro (altro prodotto della Cantéra Inter).

Nasce come classico numero 9, ma all’occorrenza si adatta bene anche al compito di seconda punta. E’ molto bravo nei movimenti senza palla e possiede grande senso della posizione. Realizza spesso “gol di rapina” anche se preferisce essere lanciato a rete da lontano e tentare l’uno contro uno.


Insomma è un attaccante completo di quelli che se ne vedono raramente in giro. Il suo battesimo in prima squadra è già avvenuto lo scorso dicembre in una partita di Coppa Italia contro il Trapani. Il gol all’esordio non c’è stato forse per colpa della troppa emozione ma arriverà. Diamo tempo al tempo!






Commenti

  1. Sembra davvero un ottimo giocatore questo Bonazzoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è, come anche lo è stato Samuele Longo (oggi al Verona) che si sta perdendo per strada. Il problema delle grandi squadre è che non si scommette quasi mai sui giovani, non hanno pazienza nel far maturare questi ragazzi, vogliono solo giocatori pronti...ed è un vero peccato sprecare talenti così forti in prospettiva

      Elimina

Posta un commento

Qui anche tu puoi dire la tua!